mercoledì 9 marzo 2011

La prima cosa bella della domenica (10)



La settimana appena trascorsa è volata, non sono mancati momenti di tensione, ma anche di allegria, di preoccupazioni, ma anche momenti di evasione...

Non è facile, ma è importante mantenere un equilibrio sia per sè che per gli altri.

Mai come in questi momenti è fondamentale confrontarsi e riflettere sulle proprie posizioni, capire anche di aver sbagliato, di lasciarsi andare a commenti che poi scopriamo sbagliati, spesso dettati da pregiudizi.
Ammettere di aver sbagliato, di essersi ricreduti sul conto di una persona e di ricominciare da qui, senza farsi condizionare da quello che pensano tutti...







La pioggia di domenica è stata lieve, ci ha permesso di festeggiare in allegria il Carnevale...





di passare un pò di tempo con i miei genitori, ho portato un dolce: la schiacciata fiorentina, un tipico dolce che si fa a Firenze durante il periodo di Carnevale.
La caratteristica è un giglio, simbolo di Firenze, fatto al centro spolverato con del cacao e zucchero a velo, ma per l'occasione, l'ho trasformato in maschera.
La ricetta è della mia amica Mammagiramondo, qui.





Momenti di confidenze e d'intimità con mia madre durante la preparazione delle chiacchiere al pomeriggio:






per la ricetta:
250 gr. di farina 00
due uova
un pizzico di sale fino
la punta di un cucchiaino di bicarbonato di sodio

Impastare tutti gli ingredienti e poi con la macchina per fare la pasta, passarla un pò per volta finchè si sarà ottenuta una sfoglia sottilissima.
Friggerla in abbondante olio caldo, cospargere di zucchero a velo.

11 commenti:

Lety ha detto...

che simpatica la schiacciata fiorentina in maschera!!
E chissà che bontà le tue chiacchiere.
Ciao ciao,
Lety

Anna ha detto...

Questo appuntamento della cosa più bella della domenica offre uno spaccato delizioso della tua vita e non solo perchè c'è sempre un dolce...o due! Non so a cosa ti riferissi in particolare,comunque quando si sbaglia occorre avere l'umiltà di ammetterlo e ricominciare daccapo,non credi?
Bacioni,
Anna

Rosanna ha detto...

La schiacciata fiorentina la conosco bene ed è buonissima. Non sapevo pero che si preparasse per carnevale.
Prima di mandarti i miei saluti volevo dirti che sbagliamo tutti... perchè siamo fragili esseri umani, e riuscire a capire l'errore e rimediare è da grandi esseri intelligenti!
bacioni
Rosanna

Amalia ha detto...

Lety: grazie Lety, conosci la schiacciata? E' buonissima, abbiamo appena fatto merenda con il resto di ieri, buona serata!

Anna: Ciao Anna! Mi riferivo ad una persona che abbiamo conosciuto da poco e di cui tutti ne parlano male, poichè ha avuto in passato dei problemi come tossico ma adesso ha una famiglia e lavora con impegno... a volte le dicerie del paese pesano come macigni e lasciano poco spazio alla possibilità di riscatto di una persona che ha già sofferto tanto.
Anch'io lo ammetto mi sono sbagliata, condizionata dai pareri della massa, ma poi mi sono ricreduta e allora chi siamo noi a giudicare il prossimo?
Ho imparato la lezione e spero di farne tesoro...

Rosanna: grazie Rosanna, sei un tesoro, ti auguro buona serata!

Rox ha detto...

Amalia tesoro,anche a me è successo...ma l'importante nella vita,pure se in ritardo...è ricredersi,dare una speranza,dare una opportunità al prossimo ...ti abbraccio,Rox

Rox ha detto...

Tesoro,grazie per essere passata avevo proprio bisogno di coccole...ti abraccio forte forte :)

Anna ha detto...

Carissima,ora capisco le tue parole.Purtroppo è facile avere dei pregiudizi,specie nelle piccole comunità.Tu hai avuto l'opportunità di conoscere meglio questa persona e ti sei ricreduta.Credo che frequentando lui e la sua famiglia potrai aiutare anche altri a rivedere la loro opinione.Chi è senza peccato scagli la prima pietra...
Un bacio,
Anna

Amalia ha detto...

Rox: cara Rox, ti sono vicina e ti abbraccio forte!

Anna: è vero Anna, ti ringrazio per le tue parole, ti abbraccio!

Ninfa ha detto...

ma che bell'idea la torta...ed è venuta proprio bella e secondo me anche buona, come le chiacchiere.
Mi piace il momento che si passa a cucinare con la mamma...anche noi ci lasciamo andare alle confidenze. Lo dico io che il cibo è magia, induce gli animi ad aprirsi. E' per questo che io lo amo! Non solo perchè sono golosa =)
Ed è passato anche Carnevale...ci pensi? io, come al solito, come in ogni cosa [quasi ogni cosa] della mia vita, sono rimasta un pò indietro sono rimasta a Capodanno! =)

Ahahahah meglio se ridiamo, va! =)
Ti abbraccio

Amalia ha detto...

Ciao cara,
hai ragione, il cibo è magia, è apririsi, è convivialità... ti auguro buona giornata!

miro. Shabby e dintorni. ha detto...

Ciao Amalia, non bisognerebbe mai farsi condizionare i pregiudizi, o, peggio ancora, quello che dice la gente. La cosa migliore è seguire il proprio istinto e il proprio cuore!
A volte purtroppo ci sbagliamo anche al contrario, dando troppa fiducia a chi non la merita.
Baci
ROsa