martedì 17 marzo 2009

filet ad ago


















Nelle settimane passate, ho trascurato il blog e non solo, per dedicarmi al filet ad ago, un tipo di tecnica antichissima, di cui si stanno perdendo le tracce.


Ho avuto la fortuna d'impararlo da una signora dolcissima: Maria, mani d'oro che tessono una rete e un ricamo preciso, antico e bellissimo.


Ho potuto ammirare le tende, i centri, i lenzuolini per culla, le copertine che le sue sapienti mani sanno realizzare e ogni volta che gli occhi si posavano su queste meraviglie era come lasciarsi affascinare da un ricamo che richiede passione, amore e sacrificio, sì perchè il filet ad ago è un ricamo che chiede molto, in termini di dedizione e pazienza, ma alla fine ripaga tantissimo...

Maria mi ha potuto seguire ogni mattina per una decina di giorni, adesso è ritornata a lavorare e gli impegni di una donna che lavora e ha una famiglia da curare si sa sono molti, perciò il mio imparaticcio, è qualcosa di piccolo, si tratta di una rete inizialmente sgangherata, la mia mano mancina è stata messa in secondo piano e ho imparato con l'altra, ha trovato un suo equilibrio verso la fine del lavoro... poi un piccolo ricamo si è posato sulla rete: una rosellina, preludio di profumi e voglia di primavera.
Adesso, mi sto esercitando con la rete, cosa ne dite, va bene?



















5 commenti:

sil ha detto...

complimenti!!! la tua rete sta venendo molto bene, e l'imparaticcio è delizioso
sei fortunata a trovare chi ha voglia di tramandare tecniche che stanno scomparendo
buona settimana
Silvia

Anonimo ha detto...

E brava Amalia! Imparare a fare la rete non è facile! il tuo imparaticcio mi pare che vada proprio bene! complimenti
bacio
Gabriella

Amalia ha detto...

Silvia: ti ringrazio, sei molto gentile
Gabri: grazie anche a te, le prime file della rete, mi vergognavo un pò a mostrarvele, ma in fin dei conti si trattava di capire i movimenti per realizzare la rete, una volta capita, si procede più speditamente...

LIlly ha detto...

Ciao Amalia cara.
Che belle cose che fai! Questa qui poi è deliziosa! Sei una maga. Ma come fai ad essere così brava e veloce soprattutto? E come fai poi a fare la mammma, la donna di casa ed anche la blogger???!!!
SEI UN MITO!

Un bacio a te e a Francesco!

Lilly

penelope ha detto...

come vorrei imparare anche io! pensa che mio padre quando ero piccola, faceva le reti per pescare,ma io non sapevo che la tecnica era la stessa!ma prima o poi proverò anche io! Brava! la rosellina è bella!