martedì 28 giugno 2011

La prima cosa bella della domenica



In quest ultimi giorni, abbiamo avuto un gran da fare, ma finalmente questa domenica ci siamo rilassati un pò.
Siamo andati a raccogliere le albicocche nell'orto del nonno...



è una fortuna raccogliere frutti così colorati, solari, genuini da non resistere alla tentazione di mangiarne qualcuno sotto l'albero...




Poi di corsa a casa, per prepararci alla processione del Corpus Domini tra le vie di Monteiasi...



c'erano i bambini emozionati nei loro abiti della Prima Comunione, dei piccoli gigli candidi...







tra le vie del paese, ogni tanto, c'era allestito con ogni cura un altarino per celebrare Cristo tra noi...


striscioni, cartelloni, fiori lavorati con cura e pazienza...




è stato bello condividere questi momenti insieme agli altri, riflettere sul significato che ha per noi Gesù e del fatto che a volte, presi da mille incombenze quotidiane, ci fermiamo poco a parlare con Lui, come ad fratello, in realtà basta veramente poco.
Questi momenti ci servono anche per riflettere e dare una direzione a ciò che riteniamo importante nella nostra vita, rileggere i Vangeli con Francesco durante il periodo di Pasqua mi ha arricchito e adesso sento di nuovo il bisogno di riprendere queste letture così antiche ma ancora così fortemente attuali.
Vi auguro una splendida settimana!



7 commenti:

Lety ha detto...

quelle albicocche fanno venire fame solo a guardarle: che splendore!!! come vi invidio.. mangiatene qualcuna anche per me!
Un abbraccio,
Lety

una sognatrice newyorkese ha detto...

Amalia...come stai??? quell'albero di albicocche mi ricorda la mia infanzia quando andavo in campagna da mio nonno..ahhh che bei ricordi...quanta frutta mangiata direttamente dagli alberi e quanti mal di pancia!!! bei ricordi,,hihihi!!!te l'ho gia detto...mi mancano da morire le processioni del paese!!! buona giornata cara!!!
Ezia.

Amalia ha detto...

Lety: stasera andremo a raccoglierne ancora, con il vento di ieri e oggi spero di non trovarne troppe per terra, grazie per il tuo passaggio,
un abbraccio!

Una sognatrice newyorkese: Ezia, grazie per il tuo commento, è tanto che non ti leggevo. Sto bene, anche se stanchissima e voi?
Ti abbraccio

Rox ha detto...

Che buone le albicocche!!il tuo ometto cresce sempre più,sempre più bello!!un abbraccio,Rox

Pia ha detto...

Mi hai fatto ricordare quando da bambina raccoglievo anch'io le albicocche e le prugne dalle piantine dei nonni! Che buone! La frutta d'estate è un dono meraviglioso di madre terra e ha qualcosa di sacro, come hai aftto notare tu con il "gemellaggio-post" alla processione.

Ninfa ha detto...

Buona settimana cara Amalia...t abbraccio

Ps. Una bellissima domenica!

elisabetta ha detto...

Mi piace molto la tua riflessione sul Corpus Domini. Si vede che sei una persona speciale.ciao da
Elisabetta
http://elisaricamo.blogspot.com/