venerdì 30 settembre 2011

29 Settembre 2011


Come l'anno scorso, anche quest'anno abbiamo festeggiato la festa di San Michele.

Ormai per noi è diventato un rituale, abbiamo letto la storia di un angelo forte, battagliero, qui.

In questo periodo dell'anno le giornate si accorciano, l'aria è finalmente più fresca,
ci avviamo ad una nuova stagione e con essa a dei cambiamenti.

La festa di San Michele, in inglese Michaelmas, è un'occasione per riflettere sui ritmi più lenti,
silenziosi dell'autunno, godere della luce e del calore tiepido di questi giorni per farne tesoro nei mesi successivi, fermarsi un pò, assecondando i ritmi della stagionalità, per ascoltarsi.

Per me, è un momento in cui si apre un periodo in cui ci sono nuovi propositi, che mi aiutino a crescere e a migliorare, come organizzare meglio il mio tempo per trascorre più tempo con la mia famiglia e soprattutto la voglia di approfondire le mie conoscenze in campo pedagogico, continuare a frequentare amiche stimolanti e perchè no? Sapermi anche prendere un pò in giro...



Per San Michele ho stampato una bellissima immagine e incollata su cartoncino, ho ricavato
tante tessere scombinate per un puzzle, Francesco si è divertito a ricomporlo.
Per l'immagine di San Michele qui.
Il prossimo anno, faremo anche il pane di drago, in inglese, dragon bread, qui alcuni spunti.

4 commenti:

MONICA ha detto...

Anche noi lo abbiamo festeggiato colorando delle schede sul drago

Amalia ha detto...

grazie Monica per il tuo passaggio.
Adoro l'autunno e con questa festa, cominciano le attività da fare nel tepore di casa,
ciao,
Amalia

Sybille ha detto...

Ciao Amalia, che simpatica l'idea del puzzle!
Mi piace molto la tua descrizione di questa festa. Un caro saluto, e buon finesettimana!

Amalia ha detto...

Grazie Sybille,
l'idea del puzzle mi è venuta mentre Francesco stava giocando ad uno dei suoi vecchi puzzle e così, lasciandomi ispirare, ho pensato che sarebbe stato bello crearne uno con le mie mani,
un abbraccio!