martedì 14 dicembre 2010

Santa Lucia



Il giorno di Santa Lucia, liberi dai vari impegni, dal primo colloquio a scuola al doposcuola e scuola-bus, ce ne siamo stati comodamente seduti davanti al fuoco del camino, mentre fuori faceva freddo e abbiamo letto un bellissimo libro: " La vera storia di Santa Lucia", un regalo
della mia amica, Silvia.




Santa Lucia quando salì in cielo, espresse un desiderio:
"Voglio rendere felici i bambini del mondo portando loro i giochi che tanto desiderano"... "così decisi di assumere degli aiutanti. Il primo fu un somarello... che aveva bisogno di essere accudito ogni giorno: doveva essere pulito e strigliato e, quando un mattino vidi un vecchio signore seduto sul bordo di una strada gli proposi questo lavoro..."

Il vecchio aiutante è Castaldo, un vecchio taciturno, un pò strano, dal naso grosso e rosso, non solo per il freddo ma anche per qualche bicchierino di vino!




"Nelle sere che precedono il 13 dicembre forse avrete sentito suonare un campanellino. Sono io che giro per le strade dove abitano i bambini ai quali porterò i doni. Faccio questo per ricordare loro per spedirmi le letterine con le loro richieste, ma anche per segnarmi il percorso per quando poi dovrò portare i regali".

Il suono del campanello è il saluto di Santa Lucia ai bambini che la stanno pensando, la mattina del 13 porta loro doni semplici perchè Santa Lucia ama i giochi che " possano aiutarvi a crescere divertendovi, che riempiano il vostro tempo di fantasia".





E' una storia dolce e tenera che lascio spazio a quella magia del mistero di Santa Lucia, di un sogno che vive in noi ed è il più bel dono che possiamo offrire ai nostri figli.
Nel fine settimana, proveremo i frollini di Santa Lucia, dei biscotti tipici della tradizione veronese, buona settimana!

4 commenti:

elisabetta ha detto...

Da noi Santa Lucia è arrivata! La sera prima si preparano carote e una ciotola di latte per l'asino e un bicchierino di vino per Castaldo e Santa Lucia. Immancabilmente l'asino rovescia la tazza e rosicchia le carote, mentre Castaldo dimostra di apprezzare il buon vino...

silvia ha detto...

che notte magica!!! qui passa davvero la sera verso le sei, con l'asinello e gli aiutanti, e distribuisce caramelle... è una vera festa
e per tutta la sera si sente il suo campanellino che suona
e la mattina, non ti dico la felicità
quest'anno è stata davvero molto emozionante, forse perchè anche Sofia ora capisce cosa succede
spero duri ancora per qualche anno questa magia....

Daniela B. ha detto...

Che bel momento di tenerezza!! :-)

Amalia ha detto...

Elisabetta: grazie per aver condiviso questa epserienza, dal prossimo anno aggiungeremo anche noi il bicchiere di vino per Castaldo, ciao!

Silvia: che dirti, amica mia? Grazie ancora per il bellissimo dono, ci hai donato anche un pò di magia, un abbraccio!

Daniela B.: grazie tesoro!