sabato 9 marzo 2013

Lavoretti coi bambini: festa della donna, mimosa realizzata col quilling



La festa della donna non è solo la festa per ricordare le operaie morte nel rogo di una fabbrica di New York. In realtà la storia di questa festa è molto più complessa


 Una giornata in cui ricordare le conquiste sociali e politiche delle donne, un'occasione per rafforzare la lotta contro le discriminazioni e le violenze, un momento per riflettere sui passi ancora da compiere.


 La Giornata Internazionale della Donna nacque infatti ufficialmente negli Stati Uniti il 28 febbraio del 1909. A istituirla fu il Partito Socialista americano, che in quella data organizzò una grande manifestazione in favore del diritto delle donne al voto.

Ben presto seguirono altre manifestazioni per la rivendicazione dei diritti femminili.

La data dell'8 marzo entrò per la prima volta nella storia della Festa della Donna nel 1917, quando in quel giorno le donne di San Pietroburgo scesero in piazza per chiedere la fine della guerra, dando così vita alla «rivoluzione russa di febbraio». Fu questo evento a cui si ispirarono le delegate della Seconda conferenza internazionale delle donne comuniste a Mosca quando scelsero l'8 marzo come data in cui istituire la Giornata Internazionale dell'Operaia.

 In Italia la Festa della Donna iniziò a essere celebrata nel 1922 con la stessa connotazione politica e di rivendicazione sociale. L'8 marzo del 1946, per la prima volta, tutta l'Italia ha ricordato la Festa della Donna ed è stata scelta la mimosa, che fiorisce proprio nei primi giorni di marzo, come simbolo della ricorrenza. Negli anni successivi la Giornata è diventata occasione e momento simbolico di rivendicazione dei diritti femminili e di difesa delle conquiste delle donne.

Fonte: qui




Con Francesco abbiamo ricordato questa data così importante con una card realizzata con la tecnica del quilling.

Il quilling o filigrana di carta è una tecnica antica impiegata per decorare con riccioli di carta piccole o grandi superficie.

Per il quilling si usa un ago particolare, ma non avendolo a disposizione ho inciso con un taglierino la parte superiore di uno spiedino in legno.
Abbiamo tagliato tante striscioline di carta gialla, 5 mm, inserito nella parte incisa dello spiedino e arrotolato, si ottengono così tanti rotolini che poi abbiamo fermato con colla per carta, la prossima volta useremo la vinavil, per avere un risultato migliore.

Seguendo la sua fantasia, Francesco ha creato questo ramoscello di mimosa per augurarvi: buona festa della donna!

Idee e spunti per il quilling, qui .



7 commenti:

MONICA ha detto...

Delicato ed originale!

Amalia ha detto...

Grazie Monica... buon fine settimana!

TheSweetColours ha detto...

Che belli!

TheSweetColours ha detto...

Grazie per essere passata da me! Buona serata!

Snezana ha detto...

Bello Amalia,ho scoperto qualcosa di nuovo,mi piace questa tecnica,io adoro lavorare con la carta.Ho guardato anche altri tuoi post,hai fatto tante cose carine e trovo le decorazioni della torta con la pasta da zucchero semplicemente stupende!Brava Amalia!
Un grandissimo saluto!

Sybille ha detto...

Che lavoretto bellissimo, di grande effetto! Complimenti! :)

Amalia ha detto...

Nena: carissima Nena, che piacere rileggerti! Come stai? E le piccole?
Grazie per i complimenti, spero di poterti leggere di nuovo qui, ciao!

Sybille: grazie cara!