giovedì 17 settembre 2009

Pasta modellabile, fatta in casa







La settimana scorsa, abbiamo provato a realizzare la pasta modellabile in casa, la ricetta ce l'ha
passata la maestra dell'asilo e devo dire che è ottima, anche meglio di quella comprata, che dopo un pò si sbriciola.
Provatela, ne vale la pena, ora che fuori inizia a piovere e si sta a casa, passare il tempo con fantasia è sempre divertente, in più questa pasta è composta da ingredienti naturali, poi è economica e veloce da fare.

Pasta modellabile

Ingredienti:
3 bicchieri di farina
1 bicchiere e mezzo di sale fino
4 cucchiai di olio
3 bicchieri di acqua
coloranti per pasticceria
15 gr. di cremor tartaro ( in farmacia o in drogheria)

Precedimento:
Amalgamare il tutto, far cuocere a fuoco lento ( quando l'impasto si stacca dalle pareti, spegnere).
Lasciar raffreddare l'impasto su un vassoio e coprirlo con la pellicola trasparente.
Quando si sarà raffreddato, colorarlo con colori per pasticceria e conservare in barattoli di vetro o avvolgerli molto bene nella pellicola trasparente...

Con questa dose, ne viene abbastanza, noi ne abbiamo regalato una metà alla nipotina,
Buon divertimento!

16 commenti:

Anna ha detto...

Io conoscevo la pasta al sale che spesso facevo ai miei figli,questa mi è nuova.Bene a sapersi comunque. Vedo che Francesco è molto indaffarato!Baci ad entrambi.

quasimamma ha detto...

Sì, sì la volevo! Alla festa di compleanno della sua amichetta una maestra l'aveva portata! Meglio del didò (anche perchè la gigietta se lo mangia). Quando finisco la scorta di didò (al compleanno ci hanno stracaricati!) la provo!
Ciao!

silvia ha detto...

interessante... brava!!!
ho aggiunto al post qualche riga di spiegazione del ricamo bargello se ti può essere utile

silvia ha detto...

noi abbiamo fatto alcune prove, e con l'emiane (in generale con una tela normalmente fitta, 11/13 fili) alla fine il ricamo risulta piccolissimo
per avere le dimensioni giuste serve una tela rada: noi abbiamo usato un cotone che avevo in casa e che mi avevano venduto come hardanger a 8 fili
ne ho ancora, se vuoi provare te ne mando volentieri un pezzetto

Chiara ha detto...

i giochi creati in casa hanno un valore in più...
e poi sono naturali..
sono troppo grande per ritornare a giocare con la pasta modellabile?
Certo che no!!!
:-)

Anonimo ha detto...

Grazie!!!!!la giro alla nipotina. Ma la cottura deve avvenire a bagnomaria o normalmente?
Secondo te si possono fare anche i bottoncini con questa pasta?
Manu

Amalia ha detto...

Anna: sì, questa è decisamente differente, la pasta al sale la devi cuocere, questa non ne ha bisogno.
Anna: appena ti sarà possibile, provala, è ottima.
Silvia: grazie, sei molto gentile, ti mando un'email.
Chiara: certo che la puoi provare, ti dirò, cin la scusa, ho pasticciato anch'io e mi sono divertita molto!
Manu: ciao Manu, cara! La cottura avviene normalmente, non ti spaventare quando la vedi inizialmente troppo liquida, poi si solidifica e per i bottoncini ho già provato, quando la pasta si asciuga, emerge il sale fino, forse
bisognerebbe frullare il sale fino e renderlo impalpabile e fare una prova. Tuttavia, i bottoncini non sarebbero lavabili, come per il fimo.

ica ha detto...

Ricetta molto interessante! La inserisco anch'io nel mio blog.
Grazie!
Erica

katia ha detto...

ciao! grazie per l'idea bio! quando preparerai la tua borsa fammelo sapere! io intanto posto le 2 già pronte. buona domenica
k

Lalla ha detto...

ciao Amalia!
mi dici ce cosa non sei capace di fare e ce cosa non ti viene bene???!!!!
Grazie per i complimenti che mi hai fatto:) ho appea postato delle altre fotine, quando hai tempo tti aspetto da me:)
Buona domenica! un grande bacio!

connie ha detto...

pure noi lo abbiamo fatto ai tempi di Minollo piccolino....ma non so cosa non andò per il verso giusto,venne appicicosissima e la dovemmo buttare....ahahahah...da allora non abbiamo più provato!ciao tesoro,tutto ok?spero di sì!Un baciotto al tuo bellissimo ometto e uno a te grandissimo.

silvia ha detto...

cara!!! spero tu abbia passato una domenica rilassante....

Snezana ha detto...

Bellissimo,dovrò provarlo anche io,ma no so cosa è cremor tartaro???(scusa la mia ignoranza).
P.S.Hai saputo qualcosa per le agendine,io nada de nada!?

AbcHobby.it ha detto...

grazie per la ricetta. appena il pupo cresce la proverò sicuramente!!

ciao eli

Lalla ha detto...

ciao Amalia!
sono passata ad augurarti un buon proseguimento della settimana^^
Un bacione
ps. in questo periodo stanno aggiornando i server del blog e tante volte capita che non si riesce ad entrare:) se passi da me e non riesci ad entrare stai tranquilla, sara' questione di qualche giorno!

Amalia ha detto...

Erika: grazie per essere passata di qui!

Katia: ho tempi un pò lunghi, ho altri lavoretti in sospeso, finirò prima quelli e poi proverò con la borsa ecologica.

Connie: ciao Connie, come va? Se ti va di riprovare, questa ricetta è facilissima!

Silvia: si, siamo stati un pò in giro, abbiamo trascorso una bella domenica e tu?

Snezana: ti rispondo anche qui, potrebbe essere utile anche a qualcun altro, il cremor tartaro, un tempo, e ancora adesso, viene usato al posto del lievito in polvere.

Eli: grazie per la visitina!

Lalla: ti auguro buona settimana anche a te, cara!