sabato 3 luglio 2010

Sacher torte


Il mese sorso è stato il compleanno di mio padre, gran golosone, quale occasione migliore per provare una sacher torte?




Era da un pò che mi volevo cimentare, spulciando varie ricette, me ne è capitata una davvero straordinaria, la condivido con voi, l'impasto è morbidissimo e la marmellata di albicocche, naturalmente homemade, esalta il gusto e il profumo del cioccolato fondente.







La torta, piuttosto alta, è stata divisa in due strati, perdonate la decorazione un pò fuori dai canoni, ma per l'occasione questa torta sacher è stata vestita un pò a festa. Non sono riuscia a fotografare la fetta, è stata spazzolata in men che non si dica!


La ricetta è stata presa dal forum di coquinaria, qui

Sacher di Marialetizia


Ingredienti per circa 12 porzioni (poi dipende da quanto le fate grandi)
150g farina o metà farina e metà fecola di patate), 150g zucchero, 150g cioccolato fondente, 150g burro, 6 uova, lievito, 1pz sale.

Far sciogliere il cioccolato a bagnomaria e farlo intiepidire.
Montare il burro a temperatura ambiente con lo zucchero ed aggiungere i tuorli ad uno alla volta, poi il cioccolato.
Montare gli albumi a neve fermissima, con un pz di sale, ed aggiungere un paio di cucchiaiate di albume montato al composto di cioccolato per scioglierlo un po’.Aggiungere il composto di cioccolato al resto degli albumi con mooolta delicatezza, ma abbastanza velocemente, e poi la farina mischiata con una bustina di lievito e fatta scendere da un setaccino. Intanto il forno è a 170/180°. Versare il composto in una teglia del diametro di26 cm, ben imburrata ed infarinata (meglio usare un pennello e del burro fuso). Far cuocere per circa un’ora, quando è pronta si comincerà a staccare dai bordi, sformatela subito e mettetela a raffreddare. Poi poggiatela su un piatto molto più grande, coperto da un foglio di carta forno.

Frullare un barattolo di marmellata di albicocche e farlo scaldare (va bene anche il MO). Tagliare la torta a metà e spalmarla con la marmellata, uno strato molto sottile, usando una spatola. Ricomporre la torta e spalmarla uniformemente con altra marmellata, sempre in strato molto sottile, e farla riposare un po’ per far leggermente asciugare la marmellata. Probabilmente ve ne rimarrà un po’, la potete usare per lucidare una crostata di frutta o un babà.

Per la copertura far sciogliere a bagnomaria 200g di cioccolato fondente con 70g di burro e 2 cucchiai di acqua (fidatevi, non impazzisce),mescolando continuamente; il fuoco deve essere dolcissimo e l’acqua non deve bollire assolutamente, anzi, è meglio che ogni tanto togliete tutto dal fuoco per far perdere un po’ di calore. Quanto il cioccolato sarà diventato bello fluido e lucido lo si può versare sulla torta: tenete il piatto della torta poggiato su una mano e con l’altra versatevi il cioccolato fuso sopra, roteando il piatto della torta , in modo che il cioccolato copra tutti i lati. Se dovesse esserci qualche imperfezione, si può usare una spatolina per raccogliere il cioccolato rimasto sulla carta forno e depositarlo dove serve.
Quando il guscio di cioccolato si è indurito, con un coltellino affilatissimo (Rossanina docet) rifilate i bordi della torta, poi sollevate moooolto delicatamente il foglio di carta forno, sollevando la torta dal piatto, poggiatevela sul palmo della mano e staccate delicatamente la carta dal dolce. Poi poggiatela sul piatto da portata.


17 commenti:

Nella mia soffitta... ha detto...

Le tue torte sono sempre così invitanti ma questa... cosa dire... viene la voglia di allungare la mano e prenderne una fetta (bella grande inteso!)...
Auguri al tuo papà.. anche se un pò in ritardo.. Chissà che piacere per lui mangiare un dolce fatto con amore dalla propria figlia! :-)
p.s. una volta ho fatto una sacher.. mi ricordo che ci ho impiegato quasi 2 ore.. questa ricetta mi sembra più semplice.. anche per gli ingredienti utilizzati.. da provare!

Amalia ha detto...

Grazie Chiara,
le tue parole riscaldano il cuore!
In effetti è semplice da fare, una volta fatto l'impasto, il resto è più semplice.
Io però ho disposto il dolce già farcito sul vassoio e poi prima di versare la glassa, ho messo intorno ai bordi della torta la stagnola, per non sporcare il vassoio, poi una volta che la glassa si è raffreddata, con un coltello affilato e tanta pazienza ho tolto la stagnola.
Adesso fa caldo per questa torta, ma sicurmante sarà da rifare nella prossima stagione,
ciao!

Anna ha detto...

Auguri a tuo padre anche se è passato un pò di tempo,gli auguri sono sempre graditi!Grazie per la ricetta di questa torta che solo il guardarla mi fa impazzire!Ora fa troppo caldo ma mi riprometto di farla appena rinfresca...slurp!!

katia ha detto...

auguri postecipati...se l'avessi saputo prima un'oretta e mezza di macchina...e avrei sicuramente provasto questa delizia:) alla prossima!

Nannarè ha detto...

veramente bella anche la decorazione è perfetta ....perchè è x un compleanno...vieni a vedere la mia sacher torta l'ho fatta una 20 di giorni fa ...la tua però penso sia migliore ciao da nannarè....

AbcHobby.it ha detto...

e ci credo che è finita subito.. guarda che meraviglia!! la tua torta vestita a festa mi piace ancora di più... hai una grande abilità a decorarle (e a cucinarle!)
io avrei una grande abilità nel mangiarle... può servire?? :-)

bacioni eli

Snezana ha detto...

La mia torta preferita!Da buna ed abituale visitatrice di Vienna(grazie alla mia cara zia che vive la),ogni volta quando vado la,non può mancare la visita al Sacher hotel dove fanno la torta originale,una meraviglia!
Ho diverse ricette anch'io ma non mi azzardo a fare la glassa di cioccolato,ma prima o poi ci proverò!

EleVi ha detto...

Che capolavoro!!!!Slurp Slurp

connie ha detto...

Bellissima questa torta...degna di un re e la tua variante colorata mi piace proprio...viene quasi voglia di farla e di assaggiarla!Ciao Amalietta come stai?io sto lavorando moltissimo...e Francesco???passato tutto???ti abbraccio forte forte

miro. Shabby e dintorni. ha detto...

Ricetta salvata!
La proverò senz'altro. Slurp!
Baci
Rosa

miro. Shabby e dintorni. ha detto...

La torta mi ha folgorata! Dimenticavo i miei auguri al tuo papa'.
Baci
Rosa

miro. Shabby e dintorni. ha detto...

Ciao Amalia, se passi dal mio blog c'è una (spero gradita) sorpresa per te.
Baci
Rosa

Anonimo ha detto...

un po' in ritardo ma vorrei fare anche io gli auguri al tuo papà!!1
La torta è invitantissima!!!!!!!!
Manu

Rosi Jo' ha detto...

Amalia che goduria questa torta, è davvero bellissima!!!
Ad una torta così non si resiste neanche con questo caldo!
Grazie per la segnalazione, è un blog davvero molto interessante. Conosco la Lunaria ed oltre che raccoglierla sugli appennini dove cresce spontaneamente, l'ho anche coltivata.
E' una pianta biennale che fiorisce solo il secondo anno...ma vale la pena aspettare perchè dona dei rami con medaglioni madreperlacei di grande effetto!
Ciao un abbraccio Rosi

Amalia ha detto...

Grazie a tutte!
Rosi, sai che mi piacerebbe vedere se la posso coltivare? Che dici sul balcone ce la posso fare, considerato il mio clima mediterraneo?

Fiorella Giordano ha detto...

Buongiorno Amalia dei bravissima e ho piacere a seguirti..... Hai quche ricetta per i cornetti con crema e amarena? Grazie Sabrina

Fiorella Giordano ha detto...

Buongiorno Amalia dei bravissima e ho piacere a seguirti..... Hai quche ricetta per i cornetti con crema e amarena? Grazie Sabrina